È nel 1985 che Giovanni Biatta, il capostipite produttore di Le Marchesine acquistò i primi tre ettari nella zona del Franciacorta.

E’ da almeno cinque generazioni, però, che la famiglia è dedita a una sola grande passione: l’eccellenza vinicola.

Discendente da una famiglia di antichissime origini bresciane, la cui esistenza documentata è risalente al 1196, il bisnonno

di Giovanni, Camillo Biatta, era negociant eleveur, nobile e antico mestiere che è passato di padre in figlio, fino a Giovanni.

Le Marchesine, piccola e innovativa azienda della Franciacorta, è, adesso, una delle realtà più prestigiose e in pieno sviluppo della fortunata zona lombarda. 

La maggior parte delle viti è allevata a Guyot con 4.000-4.500 ceppi per ettaro, il resto a Sylvoz con una densità leggermente minore, di 3.200 ceppi. Pur essendo in perfetta linea con le caratteristiche produttive dettate dal consorzio del Franciacorta, l’azienda Le Marchesine si è sin dall’inizio distinta per il suo tipo di coltivazione innovativo, a cominciare dall’abbandono del sistema a pergola, ormai sorpassato, e la conseguente importazione delle avanzate tecniche d’oltralpe.

I loro vini sono apprezzati per la freschezza, l'eleganza e la complessità, riflettendo il carattere unico del terroir della Franciacorta.

La costante ricerca dell’eccellenza de Le Marchesine e' stata premiata nel tempo con numerosi riconoscimenti. 

È nel 1985 che Giovanni Biatta, il capostipite produttore di Le Marchesine acquistò i primi tre ettari nella zona del Franciacorta.

E’ da almeno cinque generazioni, però, che la famiglia è dedita a una sola grande passione: l’eccellenza vinicola.

Discendente da una famiglia di antichissime origini bresciane, la cui esistenza documentata è risalente al 1196, il bisnonno

di Giovanni, Camillo Biatta, era negociant eleveur, nobile e antico mestiere che è passato di padre in figlio, fino a Giovanni.

Le Marchesine, piccola e innovativa azienda della Franciacorta, è, adesso, una delle realtà più prestigiose e in pieno sviluppo della fortunata zona lombarda. 

La maggior parte delle viti è allevata a Guyot con 4.000-4.500 ceppi per ettaro, il resto a Sylvoz con una densità leggermente minore, di 3.200 ceppi. Pur essendo in perfetta linea con le caratteristiche produttive dettate dal consorzio del Franciacorta, l’azienda Le Marchesine si è sin dall’inizio distinta per il suo tipo di coltivazione innovativo, a cominciare dall’abbandono del sistema a pergola, ormai sorpassato, e la conseguente importazione delle avanzate tecniche d’oltralpe.

I loro vini sono apprezzati per la freschezza, l'eleganza e la complessità, riflettendo il carattere unico del terroir della Franciacorta.

La costante ricerca dell’eccellenza de Le Marchesine e' stata premiata nel tempo con numerosi riconoscimenti. 

È nel 1985 che Giovanni Biatta, il capostipite produttore di Le Marchesine acquistò i primi tre ettari nella zona del Franciacorta.

E’ da almeno cinque generazioni, però, che la famiglia è dedita a una sola grande passione: l’eccellenza vinicola.

Discendente da una famiglia di antichissime origini bresciane, la cui esistenza documentata è risalente al 1196, il bisnonno

di Giovanni, Camillo Biatta, era negociant eleveur, nobile e antico mestiere che è passato di padre in figlio, fino a Giovanni.

Le Marchesine, piccola e innovativa azienda della Franciacorta, è, adesso, una delle realtà più prestigiose e in pieno sviluppo della fortunata zona lombarda. 

La maggior parte delle viti è allevata a Guyot con 4.000-4.500 ceppi per ettaro, il resto a Sylvoz con una densità leggermente minore, di 3.200 ceppi. Pur essendo in perfetta linea con le caratteristiche produttive dettate dal consorzio del Franciacorta, l’azienda Le Marchesine si è sin dall’inizio distinta per il suo tipo di coltivazione innovativo, a cominciare dall’abbandono del sistema a pergola, ormai sorpassato, e la conseguente importazione delle avanzate tecniche d’oltralpe.

I loro vini sono apprezzati per la freschezza, l'eleganza e la complessità, riflettendo il carattere unico del terroir della Franciacorta.

La costante ricerca dell’eccellenza de Le Marchesine e' stata premiata nel tempo con numerosi riconoscimenti. 

  • Audens Franciacorta Dosaggio Zero

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Nitens Franciacorta Brut

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Brigantia Satén

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Artio rosé

    Vino Rosato Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Audens Franciacorta Dosaggio Zero

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Nitens Franciacorta Brut

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Brigantia Satén

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Artio rosé

    Vino Rosato Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Audens Franciacorta Dosaggio Zero

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Nitens Franciacorta Brut

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Brigantia Satén

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Artio rosé

    Vino Rosato Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Audens Franciacorta Dosaggio Zero

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Nitens Franciacorta Brut

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Brigantia Satén

    Vino Bianco Le Marchesine in vetro 0,75 L

  • Artio rosé

    Vino Rosato Le Marchesine in vetro 0,75 L

Per qualsiasi
informazione

Per qualsiasi
informazione

Per qualsiasi
informazione

Idros S.p.a. - Via Saliceto, 22/M Castel Maggiore (BO)
Tel. 051 701002
p.iva. 00499321206

Copyright © 2024 Idros Spa. Tutti i diritti riservati.

spazio

Powered by

Idros S.p.a.
Via Saliceto, 22/M
Castel Maggiore (BO)
Tel. 051 701002
p.iva. 00499321206

Copyright © 2024 Idros Spa. Tutti i diritti riservati.

spazio

Powered by

Idros S.p.a. - Via Saliceto, 22/M Castel Maggiore (BO)
Tel. 051 701002
p.iva. 00499321206

Copyright © 2024 Idros Spa. Tutti i diritti riservati.

spazio

Powered by